Ferdinandea (Stilo); Villaggio siderurgico di Chiesa Vecchia
feb
23
Da San Fili a Villa Caristo

***DESCRIZIONE***

 

Itinerario in linea, tra le colline e i calanchi dell’alta Locride con partenza dal castello di San Fili, ex-struttura difensiva del XVI secolo e, successivamente, singolare residenza della nobile famiglia stilese Lamberti. Uno spettacolare affaccio sullo Jonio, per poi proseguire il cammino in piccoli boschetti di eucalipto, impreziositi da enormi scogli, testimoni del ritiro del mare.

Il punto di arrivo sarà Villa Caristo, prestigiosa dimora settecentesca ed esempio di arte barocca in Calabria, con il suo giardino monumentale.

 

***PROGRAMMA***

 

Ore 9.00 raduno dei partecipanti presso il bar pasticceria Esso a Riace marina

Ore 9.30 inizio escursione

Ore 13.00 pranzo a sacco

Ore 16.00 fine escursione

 

***SCHEDA***

 

Difficoltà : E (escursionista)

Dislivello: 160 metri

Lunghezza totale: 12 chilometri A/R

Durata: 4 ore

Presenza d’acqua: nessuna

 

***INFORMAZIONI***

 

» Il raduno è previsto per domenica 23 febbraio;

» Il percorso è adatto ad adulti e bambini purché muniti di scarpe da trekking alte alla caviglia.

» Abbigliarsi a strati, in modo adeguato rispetto alla stagione, portando assolutamente un indumento per proteggersi dal vento.

» Il pranzo è previsto a sacco a cura dei partecipanti. È consigliato portare su percorso uno snack o frutta secca da consumare durante il cammino. È obbligatorio avere ad almeno 1 litro di acqua a testa.

» La quota di partecipazione è di 15 euro a persona che comprende il biglietto d’ingresso a Villa Caristo.

» ASSICURAZIONE :

Si consiglia ai partecipanti di iscriversi ad EIC (Escursioni Italia Club) con l’App “Trip&Trek”, per ottenere una copertura assicurativa valida un anno versando una quota di 10 euro. La polizza coprirà gli eventuali infortuni durante le attività svolte da Guide AIGAE (tra cui noi di Trekking Stilaro).

Per attivarla, basta scaricare l’app sul proprio smartphone, compilando i campi con i propri dati scrivendo come codice guida CL217 oppure CL215.

Per maggiori info visitare il sito (in basso) o contattarci in privato https://www.aigae.org/2019/11/eic-escursioni-italia-club-la-prima-associazione-2-0-dedicata-allescursionismo-in-sicurezza/

Per maggiori informazioni contattare:

Emanuele Valenti 3338205164

Giorgio Pascolo 3270007533

feb
09
Bosco-di-Santa-Maria

NEL MISTICO BOSCO DI SANTA MARIA: DA SERRA SAN BRUNO AL LAGO SAMBUCO

***DESCRIZIONE***
Itinerario in linea con partenza dal Santuario di Santa Maria del Bosco, nel comune di Serra San Bruno, immerso tra secolari abeti bianchi e faggi, con arrivo al lago Sambuco nel comune di Mongiana, nei pressi della Riserva Naturale Biogenetica “Cropani-Micone” instituita nel 1977.
Nel suggestivo scenario incorniciato da alte conifere non solo spicca la chiesa, ma anche la cappella che ricorda la grotta dove viveva e dormiva San Bruno, di cui è presente la statua marmorea, opera di Venanzio Pisani. Percorrendo metà tratto del sentiero “Frassati” (in onore di Pier Giorgio Frassati), il punto di arrivo sarà il lago Sambuco, ricco di flora e fauna che in questo territorio, trova dei microclimi che permettono lo sviluppo di una biodiversità sorprendente.

***PROGRAMMA***
Ore 9.00: raduno nel parcheggio antistante il santuario di Santa Maria del Bosco (https://goo.gl/maps/US933t73FkNXoyiN6)
Ore 9.30: partenza per il sentiero
Ore 13.00: pranzo a sacco a cura dei partecipanti
Ore 16.00: fine escursione

***SCHEDA***
Lunghezza: 12 chilometri (A/R)
Dislivello: 125 metri
Durata: 4 ore escluse le soste
Presenza d’acqua: Si, inizio e metà percorso
Difficoltà: E (escursionista)

***INFORMAZIONI***
» Il raduno è previsto per domenica 9 febbraio.
» Il percorso è adatto ad adulti e bambini purché muniti di scarpe da trekking alte alla caviglia.
» Abbigliarsi a strati, in modo adeguato rispetto alla stagione, portando assolutamente un indumento per proteggersi dal vento.
» Il pranzo è previsto a sacco a cura dei partecipanti. È consigliato portare su percorso uno snack o frutta secca da consumare durante il cammino. È obbligatorio avere ad almeno 1 litro di acqua a testa.
» La quota di partecipazione è di 15 euro a persona.

Per informazioni contattare:
Emanuele Valenti 3338205164
Giorgio Pascolo 3270007533

feb
02
Sulle Orme dei Pelasgi La Grotta dei Re
***DESCRIZIONE***
Escursione su un sentiero a strada forestale tra panorami mozzafiato che affacciano sia sulla vallata dell’Allaro e del Precariti. Raggiungeremo attraverso un bosco di leccio una delle tante grotte, situate tra le gole del fiume Precariti, la celebre “Grotta dei Re”, sito di grande importanza per la storia del territorio sia sul piano antropico che naturalistico. La grotta, che si trova nei pressi del monte Gallo, nel comune di Placanica, è legata a delle scoperte archeologiche; secondo gli studiosi custodirebbe la necropoli che ospitò temporaneamente i feretri di 110 sovrani Pelasgi (gli antichi popoli del mare), tratti in salvo nel 6.700 a.C. da un diluvio, e trasportati dall’Egitto e dalla Siria fino in Calabria.

***PROGRAMMA***
ore 9:00 raduno dei partecipanti alla rotonda di Caulonia marina (https://goo.gl/maps/tD9ejsub7FFT3Vai9)
ore 10:00 inizio escursione
ore 13:00 pranzo a sacco presso un'area attrezzata del consorzio di bonifica

PS: non si esclude visita ai Megaliti di Nardodipace

***SCHEDA***
• LUNGHEZZA: 6 km
• DISLIVELLO: 150 m
• DURATA: 4 h
• PRESENZA D’ACQUA: a fine percorso nell’area attrezzata per il pranzo a sacco
• DIFFICOLTÀ: E (Escursionista)

***INFORMAZIONI***
» Il raduno è previsto per domenica 2 febbraio;
» Il percorso è adatto ad adulti e bambini purché muniti di scarpe da trekking alte alla caviglia.
» Abbigliarsi a strati, in modo adeguato rispetto alla stagione, portando assolutamente un indumento per proteggersi dal vento.
» Il pranzo è previsto a sacco a cura dei partecipanti. È consigliato portare su percorso uno snack o frutta secca da consumare durante il cammino. È obbligatorio avere ad almeno 1 litro di acqua a testa.
» La quota di partecipazione è di 15 euro a persona.

Per informazioni contattare:
Emanuele Valenti 3338205164
Giorgio Pascolo 3270007533
gen
12
Ciaspolata in Sila: nell'Oasi Naturalistica di Ariamacina
***DESCRIZIONE***
Il lago Ariamacina giace in un luogo incantato circondato dalle fitte foreste della Sila e ampie praterie d'alta quota. Posto alle falde occidentali del monte Volpintesta, e circondato da villaggi rurali poco antropizzati e perfettamente integrati con l'ambiente circostante. Ricadente nel Parco Nazionale della Sila rappresenta oggi un importante area di interesse comunitario, e habitat privilegiato da numerosi uccelli migratori. La vegetazione composta da faggi e abeti ma con predominanza del tipico pino laricio, copre la maggior parte della riserva. La zona lacustre e umida è popolata da diverse specie ornitiche palustri, è inoltre uno dei pochi luoghi nidificazione dello Svasso maggiore.

***PROGRAMMA***

ore 10:00 ritrovo davanti il ristornate "La Locomotiva" (https://goo.gl/maps/sxX8Hv6qqsRUKfkM6) dopo la registrazione dei partecipanti inizierà l'escursione.
ore 13:00 pranzo a sacco.

***SCHEDA***

Località di partenza: Stazione S. Nicola – Silvana Mansio
Località di arrivo: Lago Ariamacina
Tipologia: ad anello
Tempo di percorrenza: 6 h
Distanza: 5,5 km
Difficoltà : T Turistico
Segnaletica: Presente
Rifornimento idrico: Assente

Attrezzatura consigliata:Per chi ne è provvisto abbigliamento da neve, scarponcini da trekking, zainetto, cappello, guanti, pile o piumino, ghette, poncho, acqua, macchina fotografica, pranzo al sacco, indumenti di ricambio.

***INFORMAZIONI***

» L’escursione sarà condotta da Guide AIGAE e Guide Ufficiali del Parco Nazionale della Sila.
» La quota di partecipazione è di 20 euro a persona, che comprende ciaspole e bastoncini. I dettagli del pagamento saranno forniti per telefono, chiamando ai numeri:

- Marco Pansino 328 1498433 (Guida Ufficiale del Parco Nazionale della Sila e Guida AIGAE)
- Giorgio Pascolo 327 0007533
- Emanuele Valenti 333 8205164 (Guide AIGAE)
dic
29
Monte Mammicomito: dai Piani di Rufo a Monte Stella

***DESCRIZIONE***
Panorami mozzafiato su tutta la vallata dello Stilaro e sulla costa jonica, un percorso naturalistico su un sentiero di cresta di roccia calcarea, tra monte Mammicomito e Piani di Rufo fino al santuario nella grotta di Monte Stella.

*** PROGRAMMA***
Partiamo dal bivio della strada di Pietra e dopo una breve salita, ci inoltriamo in uno splendido arco di lecci e costeggiamo la base delle pareti verticali del monte Mammicomito. Risaliamo un sentiero alla fine del quale incontriamo un’inattesa spianata: i piani di Rufo. Sulla destra la vetta del Mammicomito (1047 m).
Ci spostiamo verso un punto panoramico dove la vista sulla costa jonica si allarga e osserviamo i letti delle quattro fiumare che scendono a raggiera dal versante est del Monte Pecoraro (da nord verso sud: Assi, Stilaro, Precariti e Allaro).
Torniamo poi sui nostri passi e ci avviamo sulla strada del ritorno, percorrendo l’intera cresta e infilandoci poi in una faglia che ci porterà verso il santuario di Monte Stella per una breve visita.
La Grotta di Santa Maria della Stella deve la sua importanza alla funzione religiosa svolta nel corso dei secoli, avendo ospitato monaci eremiti già attorno allo scorcio del I millennio d.C. ed essendo divenuta in seguito sede di un ben attestato culto mariano.

*** INFORMAZIONI***
» Il raduno è previsto domenica 22 dicembre alle ore 9,00 nel piazzale della chiesa di San Francesco a Stilo. (https://goo.gl/maps/MtnhiwwQ2j1mmDBQ8)
» 9,30 inizio dell’escursione (https://goo.gl/maps/UtWGbbXin2FmdAQ19)
» 13,00 pranzo a sacco
» 16,00 rientro
» Il percorso è adatto ad adulti e bambini purché muniti di scarpe da trekking alte alla caviglia.
» Abbigliarsi a strati, in modo adeguato rispetto alla stagione, portando assolutamente un indumento per proteggersi dal vento.
» Il pranzo è previsto a sacco a cura dei partecipanti. È consigliato portare su percorso uno snack o frutta secca da consumare durante il cammino. È obbligatorio avere ad almeno 1 litro di acqua a testa.
» La quota di partecipazione è di 15 euro a persona.

***SCHEDA***
Difficoltà: E (Escursionista)
Tempo medio: 5h
Lunghezza percorso: 6 km
Dislivello: 350 m
Presenza d’acqua: nessuna

Per informazioni contattare:
Emanuele Valenti 3338205164
Giorgio Pascolo 3270007533

dic
15
La Via delle Ninfe: tra Alberi Secolari e Cascate

Organizzato da NaturalExperience - Marco Pansino Guida Ambientale Escursionistica e Trekking Stilaro. Guide Ambientali Escursionistiche

Itinerario in linea all’interno del Parco Nazionale, alla scoperta di boschi mistici con alberi secolari e cascatelle. Per i primi 4,5 km si procede su strada forestale, ammirando il paesaggio della vallata e i boschi di pino laricio, tipici dei paesaggi silani, e affioramenti rocciosi sgorganti d’acqua. L’ultimo tratto verso il torrente Finoieri, invece, è in discesa ed è caratterizzato da bosco misto, in cui sarà possibile contemplare numerosi alberi monumentali come faggi, querce, aceri e castagni, fino a raggiungere la Cascata delle Ninfe. In questo bosco, gli imponenti alberi si presentano come protagonisti perenni e silenziosi di questo incantevole luogo ricoperto da un manto di foglie, che davvero ricorda la dimora delle
ninfe.

Tipologia: in lina A/R
Tempo di percorrenza: 5 h
Distanza: 10 km
Dislivello: 280 m
Difficoltà : E Escursionistico
Segnaletica: Presente
Rifornimento idrico: Presente

✔Escursione guidate da :Guide Ambientali Escursionistiche associate AIGAE
✔Escursione guidate da :Guida Ufficiale del Parco Nazionale della Sila


DOMENICA 15 DICEMBRE:
➨Appuntamento: ore 8:30
Luogo appuntamento: parcheggio McDonalds Centro commerciale Le Fontane Catanzaro Lido
https://www.google.com/maps/dir//38.8426487,16.6475192/@38.8425793,16.6474073,19.5z

Ore 9.30 raduno al punto di partenza per il sentiero
https://www.google.com/maps/dir//39.0498558,16.665651/@39.0498141,16.6627434,17z
A chi viene più comodo, appuntamento direttamente all'imbocco del sentiero
🚦🚦Si ricorda che per raggiungere il punto di partenza dell'escursione c'è obbligo di catene a bordo o pneumatici da neve

In base alle condizioni climatiche e l'itinerario potrà subire delle variazioni che saranno comunicate per tempo sull'evento.


>>>>>>INFO E PRENOTAZIONI<<<<<<
➨PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO IL 13 DICEMBRE
➨PER INFO E QUOTA DI PARTECIPAZIONE 15€
➨NUMERO MINIMO 10 PARTECIPANTI--MASSIMO 25 PARTECIPANTI

PER INFO E PRENOTAZIONI
☎️Marco 3281498433 (anche Whatsapp)
☎️Giorgio 327 0007533 (anche Whatsapp)
☎️Emanuele 333 8205164 (anche Whatsapp)

🚦🚦PER PRENOTAZIONI COMPILARE IL MODULO AL SEGUENTE LINK
https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSeeKj0D30u3dSqN2Wp7DcZgs9d9_omMTQkQzOIm-98ToDe-Ww/viewform

 

 

dic
04
Tour nella Vallata dello Stilaro
DESCRIZIONE BREVE:
Giornata dedicata all'esplorazione della Vallata dello Stilaro. Al mattino escursione sul monte Consolino, visita del castello normanno di Stilo e trekking urbano nel paese di Tommaso Campanella. Nel pomeriggio visita all'eremo di Santa Maria della Stella (comune di Pazzano) e al monastero ortodosso di San Giovanni Theristis (comune di Bivongi).

PROGRAMMA MATTINO:
Percorso ad anello con partenza in prossimità della chiesa di
San Francesco (380m), salita fino in vetta al monte Consolino (701m) e visita al castello normanno, strettamente legato allo sviluppo di Stilo, già circondata da mura, torri ed altri baluardi opportunamente eretti a difesa e in parte ancora esistenti. Dai diversi punti panoramici si domina l’intera vallata, dal monte Pecoraro, cima più alta delle Serre, al mare Jonio e una vista particolare su Stilo e Bivongi. Difficoltà E.

A seguire, Trekking urbano nel paese natale di Tommaso Campanella con visita del centro storico.
L’itinerario urbano parte dal piazzale della Cattolica di Stilo, “gioiello” bizantino della vallata dello Stilaro, per poi dirigerci verso il centro storico, alla scoperta delle antiche testimonianze architettoniche. Avremo modo di ammirare: la chiesa di S. Domenico e i resti del convento che ospitò il filosofo Campanella, la Laura della Divina Pastorella, il portale del Duomo e la Fontana dei Delfini. Ultima tappa dell’itinerario urbano di Stilo sarà la chiesa di san Giovanni, attaccata all’ex monastero di san Giovanni (“Nuovo”, in contrapposizione al san Giovanni “Vecchio” di Bivongi) che da qualche anno custodisce “Il Paradiso”, la preziosa pala d’altare secentesca di Giovanbattista Caracciolo. Difficoltà T.

PROGRAMMA POMERIGGIO:
Trekking urbano nel territorio di Pazzano e Bivongi, alla scoperta dell’eremo di Santa Maria della Stella e del monastero greco-ortodosso di S. Giovanni Theristìs, attualmente sede di una comunità monastica della Diocesi Romena Ortodossa. Visiteremo l’interno del monastero, da poco restaurato e conosceremo la storia e le leggende legate al Santo, Giovanni Theristis “Mietitore”, che nell'X secolo operò nella vallata. Difficoltà T.

SCHEDA M. CONSOLINO
Partenza e arrivo: Stilo , 380m
Quota Massima: 700m, M. Consolino
Quota Minima: 380m, Partenza
Tempo di percorrenza: 3h escluse le soste
Lunghezza: 4 km circa
Presenza d'acqua: Rifornirsi a Stilo
Difficoltà: E (itinerario escursionistico privo di difficoltà tecniche)


Il raduno è per sabato 7 dicembre alle ore 9,00 nel piazzale della chiesa di San Francesco a Stilo, da qui avrà inizio l’escursione.
Il percorso del mattino è adatto a persone che non soffrano di vertigini purché munite di scarpe da trekking alte alla caviglia. Il dislivello complessivo è di circa 500 metri, su sentieri e strade sterrate.
Abbigliarsi a strati, in modo adeguato rispetto alla stagione, portando assolutamente un indumento per proteggersi dal vento.
Il pranzo è previsto a sacco a cura dei partecipanti. È consigliato portare su percorso uno snack o frutta secca da consumare durante il cammino, oltre ad almeno 1 litro di acqua a testa.
Al pomeriggio, il percorso è adatto a tutti. Si consigliano scarpe sportive comode.

La quota di partecipazione è di 15 euro a persona.
La prenotazione dovrà avvenire entro venerdì 6 dicembre, telefonando al numero 3338205164 (Emanuele) o 3270007533 (Giorgio). I dettagli sulle modalità di pagamento saranno
forniti per telefono.
nov
10
L'autunno sulla vetta delle Serre - da Pecoraro a Lu Bellu
Itinerario in linea, su piste forestali, tra i maestosi abeti bianchi del parco delle Serre, passando tra antiche neviere, affioramenti granitici un tempo utilizzati come cave dai maestri scalpellini serresi, ed una torretta di avvistamento di origine borbonica.

Itinerario lineare e agevole in particolare fino a "Pietra de lu Moru" grazie a un valore di dislivello minimo.
Si parte dallo spiazzo erboso dietro la casa cantoniera Anas di Pecoraro sulla S.S. 110 per Stilo.
Si procede su strada a fondo naturale in boschi di faggio e abete tralasciando le deviazioni che via via incontreremo.
La strada, prevalentemente in piano, affronta lievi salite e passa per una serie di avvallamenti.
Dopo circa un’ora e mezza ci troveremo in uno di questi spiazzi allungati e osservando bene, sulla sinistra, potremo vedere le neviere, le ghiacciaie di una volta e, appena dopo, un grande abete parzialmente carbonizzato sul cui tronco si trovano affisse tre croci: siamo in località "Cruci di l'Allampatu".
Ripreso il cammino, poco prima di raggiungere il complesso granitico conosciuto come "Pietra de lu Moru", visibile già dalla strada, una breve deviazione sulla sinistra ci porterà a risalire una piccola altura su cui, parzialmente nascosta dalla vegetazione, sorge una torretta di epoca borbonica.
Dopo una sosta per ammirare la torretta e, successivamente, l’antica cava di pietra prima indicata, si riparte e in appena 10 minuti ci troveremo ad un bivio. Imbocchiamo la strada che scende a sinistra.
Arrivati quasi in prossimità della meta, una breve deviazione sulla sinistra ci porterà ad ammirare il complesso granitico noto come "Pietra di I'Ammienzu".

***PROGRAMMA***
Ore 9.00 raduno a Stilo (https://goo.gl/maps/AGFB7PDzfsQHap8a9)
Ore 9.20 partenza per Cantoniera Anas (https://goo.gl/maps/zgiW3PaHxqMNVvxu9)
Ore 10.00 partenza escursione
Ore 13.00 pranzo al sacco
Ore 16 circa rientro.

***INFORMAZIONI***
» Il raduno è per domenica 10 novembre in piazza Luigi Carnovale alle ore 9.00.
» Il percorso è adatto adulti e bambini purché muniti di scarpe da trekking alte alla caviglia.
» Abbigliarsi a strati, in modo adeguato rispetto alla stagione, portando assolutamente un indumento per proteggersi dal vento. Tenere conto di una temperatura di 12 gradi in meno rispetto alla costa.
» Il pranzo è previsto al sacco a cura dei partecipanti. È consigliato portare su percorso uno snack o frutta secca da consumare durante il cammino. È obbligatorio avere ad almeno 1 litro di acqua a testa.
» La quota di partecipazione è di 15 euro a persona che comprende l’assicurazione giornaliera obbligatoria.

***SCHEDA***
Lunghezza: 9 km
Tempo di percorrenza: 3h escluse le soste
Tipologia: In linea
Partenza: Cantoniera ANAS di Pecoraro, S.S. 110 (1300m)
Arrivo: Sietto del Caricatore (1100 m)
Dislivelli cumulati: +174m, -415m
Segnaletica: Nessuna
Sorgenti: Rifornirsi prima della partenza
Difficoltà: E (itinerario escursionistico privo di difficoltà tecniche)
set
15
La lavorazione artigianale della ginestra

Una domenica alla riscoperta delle antiche tradizioni. Trekking Stilaro e l’associazione “Baco e Ginestra” ti faranno diventare attore di tutte le fasi della lavorazione, dalla raccolta fino all’ottenimento della stoppa, nel greto del torrente. La filatura e la tessitura saranno presentate presso la sedi di “Baco e Ginestra”.

***DESCRIZIONE***

Trekking Stilaro Guide Ambientali Escursionistiche e l’associazione “Baco e Ginestra” ti invitano a trascorrere una giornata esperienziale alla riscoperta di una lavorazione artigianale antica: la fibra di ginestra.

Seguiremo tutte le fasi della lavorazione: raccolta (su un percorso di circa 2 km), selezione, bollitura, spellatura e pestatura fino ad ottenere la stoppa. Ci fermeremo per il pranzo, quindi ci sposteremo presso la sede dell’associazione dove verrà illustrata la filatura e la tessitura della fibra ottenuta.

***PROGRAMMA***

Raduno e registrazione dei partecipanti. Spostamento in auto fino al luogo di inizio della escursione.

Escursione con raccolta e selezione dei rami di ginestra. Trasporto fino al punto di lavorazione.

Selezione dei fuscelli e bollitura dei mazzetti.

Sistemazione dei mazzetti nel fiume. Raccolta dei mazzetti lavorati la settimana prima, e spellatura.

Battitura e lavaggio finale della stoppa

Pranzo al sacco.

Rientro alle auto e spostamento verso stilo dove nella sedi di “Baco e Ginestra” saranno illustrati i passaggi successivi: filatura, orditura del telaio, tessitura a mano e ottenimento di manufatti.

***INFORMAZIONI***

» Il raduno è per domenica 15 settembre alle ore 9 nel piazzale della chiesa di Bivongi (https://bit.ly/2Mv1jqr).

» l’esperienza è adatta a adulti e bambini purché muniti di scarpe da trekkin. Si consigliano scarpe di ricambio per le lavorazioni da fare con i piedi nell’acqua.

» Abbigliarsi a strati, in modo adeguato rispetto alla stagione.

» Il pranzo è previsto al sacco a cura dei partecipanti. È consigliato portare su percorso uno snack o frutta secca da consumare durante il cammino. È obbligatorio avere ad almeno 1 litro di acqua a testa.

» La quota di partecipazione è di 15 euro a persona.

ago
30
La cascata del Marmarico "Meraviglia d'Italia"

Per oggi proponiamo un trekking sulla strada dell’acquedotto di Bivongi, fino alla cascata del Marmarico “Meraviglia d’Italia”, la più alta dell’appennino meridionale

 

Itinerario in linea da Droma (raggiunto con 30 min circa di fuoristrada) alla cascata del Marmarico e ritorno. Difficoltà E, tempo 6h.

 

***** leggere fino in fondo *****

 

**** DESCRIZIONE

Il fiume Stilaro nasce dal monte Pecoraro a circa 1300 metri di quota e dopo pochi chilometri sfocia nel mare Jonio.

Nel tratto compreso tra i piani della Ferdinandea e la confluenza del suo principale affluente, il torrente Ruggero, affronta un dislivello di oltre 550 metri in un percorso di circa 4 chilometri.

In mezzo, con tre salti consecutivi, si trovano le cascate del Marmarico con una altezza totale di 114 m, le più alte dell’appennino meridionale.

Il nostro percorso per arrivare alla cascata si svolge per 3 km circa su una strada prevalentemente a fondo naturale, dopo di che, attraversato un pontino in cemento armato, ci si immette in un sentiero che, costeggiando il fiume Stilaro, conduce fino alla cascata.

Sotto al ponte in cemento vi sono due splendidi laghetti, raggiungibili percorrendo un ripido sentiero.

La cascata, che dal 2011 è stata inserita nell’elenco delle “Meraviglie d’Italia” è meta del “Marmarico Day”, l’ormai ventennale manifestazione dell’associazione MedAmbiente Stilaro.

 

 

**** SCHEDA PERCORSO A PIEDI

Partenza: DROMA , 540m

Arrivo: Cascata del Marmarico , 650m

Comuni: Bivongi, Pazzano, Stilo

Quota Massima: 650m, Arrivo

Quota Minima: 540m, Partenza

Tempo di percorrenza: 5-6h

Lunghezza: 3500m (solo andata)

Presenza d'acqua: All'inizio e durante il percorso

Segnaletica: Nessuna

Difficoltà: E (itinerario escursionistico privo di difficoltà tecniche)

 

 

***INFORMAZIONI

.>>Il raduno è per venerdì alle ore 9.00 al parco Nicholas Green di Bivongi (https://bit.ly/2zkwJIj), da qui ci sposteremo in fuoristrada fino ai piani di Droma dove avrà inizio l’escursione.

>>Il percorso è adatto a persone che non soffrano di vertigini purché muniti di scarpe da trekking alte alla caviglia. Il dislivello complessivo è di circa 300 metri, su sentieri e strade sterrate..

>>Abbigliarsi a strati, in modo adeguato rispetto alla stagione. Si consiglia l'uso di un cappellino e di una protezione solare. Chi volesse fare il bagno si porti telo e costume nello zaino.

>>Il pranzo è previsto al sacco a cura dei partecipanti. È consigliato portare su percorso uno snack o frutta secca da consumare durante il cammino, oltre ad almeno 1 litro di acqua a testa.

 

 

☛La quota di partecipazione è di 15 euro a persona che comprende lo spostamento in fuoristrada.

☞La prenotazione dovrà essere fatta telefonando al numero 3338205164 (Emanuele) o 3270007533 (Giorgio). I dettagli sulle modalità di pagamento saranno forniti per telefono.

☛L'escursione sarà condotta da guide Ambientali Escursionistiche iscritte ad AIGAE. In caso di condizioni meteo avverse (a giudizio delle guide) sarà proposto un itinerario turistico nella vallata dello Stilaro.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11