Ferdinandea (Stilo); Villaggio siderurgico di Chiesa Vecchia

Le orchidee della Vallata dello Stilaro

giovedì 25 aprile 2019 09:00

giovedì 25 aprile 2019 15:00

Un percorso naturalistico con riconoscimento delle orchidee spontanee su un sentiero di cresta tra monte Mammicomito e Piani di Rufo fino al santuario in grotta di Monte Stella.

Panorami mozzafiato su tutta la vallata dello Stilaro e sulla costa jonica.

*** DESCRIZIONE ***

Itinerario naturalistico che si svolge sulla cresta del monte Mammicomito, dove sono presenti specie arboree e floreali di pregio, soprattutto tra aprile e maggio quando si assiste alla fioritura di una straordinaria varietà di orchidee spontanee. (Difficoltà E, tempo medio 5h)

*** PROGRAMMA ***

Partiamo dalla bivio della strada di Pietra. Dopo una breve salita ci inoltriamo in un boschetto e costeggiamo le la base delle pareti verticali del monte Mammicomito. Piano piano risaliamo un sentiero vino a trovarci sulla cresta. Entriamo in un boschetto alla fine del quale ci troviamo una inattesa spianata: i piani di Rufo. Sulla destra la vetta del Mammicomito.

Nei mesi di aprile e maggio, gli ampi prati soleggiati vedono una straordinaria fioritura di orchidee spontanee (Orchis italica, Anacamptis papilionacea, Ophrys lutea e tantissime altre).

Anche il sottobosco della lecceta ai margini è ricco di piante particolari, come la Fritillaria messinensis ad esempio.

Ci spostiamo verso un punto panoramico dove la vista sulla costa jonica si allarga, e si osservano i letti di quattro delle fiumare che scendono a raggiera dal versante est del Monte Pecoraro (da nord verso sud: Assi, Stilaro, Precariti e Allaro).

Torniamo poi sui nostri passi e ci avviamo sulla strada del ritorno, percorrendo l’intera cresta e poi infilandoci in una faglia che ci porterà ad un prato anch’esso ricco di fioriture nella stagione primaverile.

Raggiunto la strada scendiamo verso la grotta-santuario, ma due piccole deviazioni portano a due punti panoramici a strapiombo sull’abitato di Pazzano, in corrispondenza delle antenne tv e radio.

La Grotta di Santa Maria della Stella deve la sua importanza alla funzione religiosa svolta nel corso dei secoli, avendo ospitato monaci eremiti già attorno allo scorcio del I millennio d.C. ed essendo divenuta in seguito sede di un ben attestato culto mariano.

 

*** INFORMAZIONI ***

» Il raduno è per giovedì 25 aprile alle ore 9,00 nel piazzale della chiesa di San Francesco a Stilo da qui avrà inizio l’escursione.
» Il percorso è adatto a persone che non soffrano di vertigini purché muniti di scarpe da trekking alte alla caviglia. Il dislivello complessivo è di circa 350 metri.» Abbigliarsi a strati, in modo adeguato rispetto alla stagione, portando assolutamente un indumento per proteggersi dal vento.
» Il pranzo è previsto al sacco a cura dei partecipanti. È consigliato portare su percorso uno snack o frutta secca da consumare durante il cammino. È obbligatorio avere ad almeno 1 litro di acqua a testa.
» La quota di partecipazione è di 15 euro a persona che comprende l’assicurazione giornaliera obbligatoria.